Scopri il nostro e-book: Come creare un annuncio di ricerca di personale

DECRETO RILANCIO: QUALCHE ANTICIPAZIONE, MA TUTTE ANCORA DA CONFERMARE!!

Vi riportiamo di seguito alcune novità che parrebbero essere contenute nel Decreto Rilancio. Il condizionale è d’obbligo perchè tutto è ancora da confermare. Nulla di certo pertanto, ma sarà nostra cura aggiornarVi quando tali disposizioni entreranno in vigore.

Di seguito una sintesi delle novità principali:

Lo smart working diventa un diritto per chi ha figli under 14 Fino al 31 luglio, data che segna (per ora) la fine dello stato di emergenza legato al Covid-19, ma a condizione che questa modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione lavorativa. 

CIG: altre 5 settimane fino al 31 agosto 2020, poi  4 settimane dal 1° settembre al 31 ottobre. In totale quindi 18 settimane, comprese le 9 già previste dal DL “Cura Italia” 
 
Per effetto della proroga contenuta nel DL “Rilancio”, la cassa integrazione potrà essere richiesta per 14 settimane fruibili tra il 23 febbraio e il 31 agosto. Se poi sarà necessario, si potranno richiedere ulteriori 4 settimane dal 1° settembre al 31 ottobre. Per le prime 5 settimane la proroga avverrà in automatico, senza dover presentare una nuova richiesta. 

Possibilità di rinnovo o proroga dei contratti a termine senza causale fino al 30 agosto.
 
La deroga all’articolo 19, comma 1, del decreto dignità vale per i rinnovi e le proroghe di contratti a tempo determinato in corso, non per i neo ingressi a termine, per i quali, se si superano i 12 mesi di rapporto, occorre ancora indicare la causale. È già operativa, invece, perchè prevista dal DL “Cura Italia”, la possibilità di utilizzare contratti a termine per una azienda in cassa integrazione d’emergenza Covid-19, per mansioni diverse da quelle dei dipendenti posti in cig.  

Proroga del blocco dei licenziamenti che passa da 60 giorni a 5 mesi. 
  
Il datore di lavoro che dal 23 febbraio al 17 marzo abbia proceduto al recesso del contratto di lavoro per giustificato motivo oggettivo può revocarlo e far richiesta di cig: il rapporto di lavoro è ripristinato senza soluzione di continuità, senza oneri né sanzioni. 


Prorogati i congedi parentali fino a 30 giorni per genitori lavoratori dipendenti del privato con figli di età non superiore a 12 anni che riceveranno un’indennità al 50% della retribuzione 

  In alternativa è consentito di cumulare il bonus baby sitter da 600 euro del DL “Cura Italia” che diventa dunque di 1.200 euro per chi non l’ha ancora ottenuto, da spendere per i centri estivi e i servizi integrativi all’infanzia. 
Proroga in automatico per aprile del bonus da 600 euro per autonomi, professionisti partite Iva e cococo iscritti alla gestione separata
  Per maggio l’importo sale a 1000 euro per i professionisti che hanno avuto riduzione del 33% del reddito tra il primo bimestre 2020 e 2019 e per i cococo che hanno cessato il rapporto di lavoro. 

Il contenuto a cura di:
Dott.ssa Lucia Filippi
Consulente del lavoro in Vicenza

tel.  0444-525824